Come uscire dalla crisi con marketing e comunicazione

In questo momento storico molto complesso che ha messo, e metterà, a dura prova le imprese italiane (e non solo), ho pensato di creare un contenuto ad hoc per dare alcuni consigli alle attività.

La comunicazione e il marketing possono essere elementi decisivi e un aiuto preziosissimo per il proprio rilancio economico in un contesto come quello che stiamo vivendo.

Il mindset da tenere in questo momento è cercare di avere una mentalità positiva ed è importante far capire al mercato che l’azienda è proattiva in questa situazione difficile.

Consigli di marketing e comunicazione per rilanciare un’azienda

Avere una reazione di chiusura, a mio avviso, non è corretto: sicuramente molto è cambiato e questa situazione avrà ripercussioni a lungo termine nell’economia e nel nostro modo di vivere e acquistare, ecco che allora si rende più che mai necessario riorganizzare, ripensare alle azioni annuali progettate in precedenza.

Lo scenario comprende tutte le attività, dall’azienda che vende servizi alla produzione; dall’attività che lavora con il pubblico al libero professionista: siamo tutti chiamati a dover fare i conti con questa situazione, non tutte le attività sono destinate a perdere terreno, sono convinto che ci sarà chi riuscirà a trovare la giusta direzione per crescere.

Il prodotto (o servizio) che offri è il migliore nel mercato?

Il prodotto è alla base della piramide del nostro business, affinché l’impresa abbia successo è necessario che i prodotti siano sempre in linea con le esigenze della domanda. Sarà bene fissare a cadenza una  valutazione del nostro prodotto per controllare che offra sempre standard qualitativi elevati  nel mercato di riferimento. Elementi come venditeprezzi margine di ricavi sono da tenere monitorati nel tempo per cogliere segnali di cambiamento  e ove necessario agire prontamente.

Qual è la tua offerta?

Il mercato deve trovare in te, nella tua attività, la risposta al suo bisogno, è importante pensare ad una offerta forte alla quale non si può dire di no. Questa offerta deve essere di  grande interesse , alimentarla con qualcosa che la rende insuperabile, vitale, come ad esempio:

  • una garanzia in più
  • aggiunta di elementi di alto valore
  • assistenza indimenticabile
  • post vendita da urlo
  • pagamenti dilazionati (tema molto spinoso, da valutare con molta attenzione e dove possibile)

Come vedi non ho parlato di sconti, è importante non abbassare troppo la marginalità del guadagno in questo momento, quindi sconsiglio totalmente l’utilizzo di scontistiche se non attentamente studiate.In un periodo di crisi è ragionevole pensare che portare a casa gli stessi risultati sarà più difficile: le vendite e le performance possano subire un calo rispetto ai trend pre-crisi a cui ci si era abituati, quindi è importante difendere il margine di ricavo.Ritornando alla tua offerta: ricorda di mettere al centro il cliente, personalizza la tua offerta e mira a far percepire il valore aggiunto che offri. Devi aggredire il mercato in modo forte, non basterà fare un dépliant e una mini campagna, sarà necessario investire di più.

Fonte: https://www.simonelongato.it/rilanciare-azienda-come-ripartire/