Whatsapp attiva il chatbot dell'Oms per rispondere ai dubbi sul coronavirus

Da qualche giorno l'Organizzazione mondiale della sanità risponde via Whatsapp alle ansie e ai dubbi sul coronavirus. Fa chiarezza sui consigli da passaparola che non servono a nessuno (no, il coronavirus non può essere trasmesso dalle zanzare, e tantomeno dagli animali domestici), dà i numeri aggiornati Paese per Paese. Cerca di ristabilire un po' di ordine, insomma, nella confusione creata dall'informazione fai da te che in queste settimane ha diffuso gli allarmi più improbabili, spesso e volentieri nelle chat di cui facciamo tutti parte.

Come funziona il servizio Whatsapp dell'Oms

Come funziona? Tecnicamente, con un chatbot. Basta salvare in rubrica il numero di telefono - +41 79 893 18 92 - e inviare un messaggio - Hi! - per ricevere un menu in otto argomenti:

1. Latest numbers  
2. Protect yourself
4. Mythbusters
5. Travel advice
6. News & Press
7. Share
8. Donate now

A questo punto, basta digitare il numero dell’argomento che interessa e inviare. In pochi secondi arriverà l’aggiornamento richiesto di Oms sul coronavirus. In inglese.

Le ultime fake news sul coronavirus e le risposte dell'Oms

Ecco le dicerie che stanno girando in questi giorni, e le risposte dell’Oms:

Le basse temperature e la neve NON uccidono il coronavirus.
Il coronavirus PUÒ essere trasmesso nelle aree con climi caldi e umidi.
Il coronavirus NON PUÒ essere trasmesso dalle punture di zanzara.
NON C’È NESSUNA PROVA che gli animali da compagnia come gatti e cani possano trasmettere il coronavirus.  
Fare il bagno caldo NON PREVIENE il coronavirus.  
Gli asciugamani elettrici NON SERVONO a uccidere il coronavirus.  
I raggi ultravioletti NON DOVREBBERO ESSERE USATI per sterilizzare e possono causare irritazioni alla pelle.
Spruzzare il corpo di alcool o clorochina NON UCCIDERÀ i virus che sono già all’interno dell’organismo.

NON C’È NESSUNA PROVA che i lavaggi nasali con soluzioni saline proteggono dall’infezione da coronavirus.

 L’aglio fa bene, NON C’È NESSUNA PROVA che mangiarlo protegga dall’infezione da coronavirus.

Fonte: https://www.gqitalia.it/